10 consigli pratici per usare meno plastica

Condividi Facebook Twitter

Scopri come ridurre il consumo di plastica in casa e fuori casa: piccoli gesti quotidiani, per un mondo plastic-free.

Ogni azione è importante, anche quando sembra una goccia nell’oceano: è per questo che capire come usare meno plastica è una questione che va affrontata anche e soprattutto a livello di gesti quotidiani, oltre che presa in seria considerazione a livello di regolamentazioni ufficiali da parte di governi e aziende.

La plastica è uno dei materiali più inquinanti sul nostro pianeta e, nonostante ciò, è tra i più diffusi nella vita di tutti i giorni. Come fare quindi per dare il proprio contributo alla costruzione di un mondo plastic-free? Iniziando ad esempio da questi 10 consigli per usare meno plastica, semplici da applicare nella tua routine quotidiana, senza stravolgere troppo le tue normali abitudini.

Prediligi cosmesi plastic-free

Partendo proprio dalla beauty routine, potresti modificare le tue abitudini per renderla a basso impatto ambientale, senza rinunciare a prodotti di alta qualità che coccolino la tua pelle. Come? Scegliendo ad esempio prodotti cosmetici conservati in confezioni che richiedano un minor uso di plastica, o plastica riciclata, o realizzate in bioplastica ricavata da piante come la canna da zucchero.

Rinuncia alle buste di plastica

I sacchetti di plastica, ad esempio quelli comunemente utilizzati per lo shopping, sono tanto inquinanti quando facilmente sostituibili con sacchetti biodegradabili oppure con buste in cotone o in rete. È sufficiente portare sempre con te una borsa riutilizzabile, da piegare e riporre in tasca o nello zaino e da usare e riusare ogni volta che serve.

In commercio ci sono moltissime shopping bag bellissime esteticamente, resistenti e super pratiche, ma gli amanti del fai da te possono anche divertirsi a crearne qualcuna home made, magari da vecchi capi d’abbigliamento inutilizzati.

Scegli prodotti senza imballi

È facile accorgerti della quantità di imballaggi che avvolgono i prodotti che comunemente si trovano in negozi e supermercati, molto spesso totalmente superflui. Come ridurre l’uso di plastica e l’impatto ambientale dei tuoi acquisti? Puoi scegliere di rivolgerti a quei brand che hanno già ridotto i loro imballi inquinanti, oppure puoi cercare uno dei numerosi negozi plastic-free che si stanno fortunatamente diffondendo sul territorio e che consentono di trovare alimenti sfusi, ma anche prodotti per la casa, come detersivi alla spina.

Come consumare meno plastica quindi? Basta acquistare un flacone o un contenitore in vetro la prima volta e riutilizzarlo poi ad ogni successivo acquisto, riducendo lo spreco di plastica e pagando inoltre solo per il contenuto. Anche le catene di supermercati più attente al tema ambientale stanno introducendo questa opportunità proponendo, oltre alle tradizionali offerte, anche distributori che seguono principi ecologici.

Usa e riusa il vetro

Il vetro è uno dei materiali più eco-friendly in commercio, poiché riutilizzabile praticamente all’infinito, oltre che facile da pulire e igienizzare. Un’ottima idea è quella di optare sempre per i prodotti in commercio proposti all’interno di contenitori in vetro, come acqua in bottiglia, yogurt, sughi, sottaceti o marmellate e, una volta terminato il prodotto, conservare il vasetto o il barattolo, per dargli una seconda vita: i contenitori in vetro sono perfetti per la conservazione di cibi fatti in casa o per comprare gli alimenti sfusi proposti dai rivenditori plastic-free.

Porta con te i tuoi contenitori

Se hai l’abitudine di consumare il pasto fuori casa, è buona norma imparare a portare con te dei contenitori riutilizzabili, utilizzandoli sia per chiedere al ristorante di riporvi il cibo, sia come doggy-bag per non sprecare eventuali avanzi. Lo stesso vale per l’acqua: avere una borraccia ricaricabile riduce drasticamente il consumo di bottiglie in plastica, di cui si fa un uso decisamente eccessivo.

Preferisci il fresco al surgelato

Dare maggior spazio nella tua dieta ad alimenti freschi offre sia ovvi benefici per la salute che un concreto aiuto per la salvaguardia dell’ambiente: spesso, infatti, i prodotti surgelati sono confezionati con un massiccio uso di plastica. Per quanto comodi, quindi, essi sono davvero poco friendly con l’ambiente ed eliminarli contribuisce senza dubbio alla qualità della tua cucina.

Utilizza pannolini lavabili o ecologici

I pannolini usa e getta contengono grandi quantità di plastica e, considerando l’uso frequente che se ne fa, è facile intuire quale impatto abbiano sull’ecosistema. Esistono, e tornano di moda periodicamente, anche versioni riutilizzabili dei pannolini, realizzati in stoffa, lavabili e sterilizzabili, nonché sorprendentemente funzionali.

In alternativa, puoi preferire i marchi che propongono versioni ecologiche e compostabili dei pannoloni, oppure anche degli assorbenti femminili: già, perché anche loro contribuiscono al consumo di plastica e possono essere sostituiti con versioni più eco-friendly o con coppette mestruali, ormai sempre più diffuse.

Scegli oggetti di materiali riciclabili e/o naturali

Guardandoti attorno in casa non è difficile individuare i molti oggetti che sono fatti interamente o parzialmente in plastica. Ad esempio, spazzolini, pettini, spazzole o stoviglie usa e getta di ogni genere.

Per rendere il tuo stile di vita più ecologico, è sufficiente sostituire questi utili strumenti con le loro versioni green: esistono infatti spazzole in legno, spazzolini in bambù e piatti, bicchieri, posate o cannucce in carta riciclata o in pratiche fibre naturali, riutilizzabili e/o semplicemente riciclabili.

Acquista e regala giochi in legno

I giocattoli costruiti in legno sono ecosostenibili, atossici, durevoli e decisamente graziosi. Le aziende che decidono di proporre ai genitori questa opzione spesso sono attente anche ai loro imballi, che raramente sono in plastica bensì spesso o totalmente assenti oppure realizzati in carta o cartone riciclati. Il cartone riciclato è addirittura a volte il materiale in cui sono realizzati i giochi stessi: artigianali, stimolanti e soprattutto ecologici.

Evita i chewing-gum

Sembrerà strano, ma uno dei modi per vivere in maniera più green è quello di evitare di consumare chewing-gum. Ebbene sì, anche un’innocua gomma da masticare nasconde ingredienti plastici e derivati del petrolio, sia nel packaging che al suo interno: certamente non un toccasana per la salute e al contempo un rischio inutile per l’ambiente. Sostituirle con alternative come caramelle sfuse o simili soluzioni non costa nulla e guida verso abitudini più eco-friendly a 360°.

Ovviamente le scelte plastic-free non sono gli unici passi da compiere, perché usare meno plastica è solo uno dei tasselli verso una piena consapevolezza ambientale, ma applicare questi pochi suggerimenti ti permette di abbassare considerevolmente il tuo impatto negativo sul pianeta.

Rispetta il Pianeta, proteggi te stesso.