Si può portare il deodorante spray in aereo? Tutte le regole per bagaglio a mano e da stiva

Condividi Facebook Twitter

Scopri tutte le regole e le restrizioni previste per il trasporto di liquidi in aereo, bombolette spray di deodorante comprese.

Tra le piccole gioie che precedono un viaggio in aereo c’è anche la preparazione della valigia, un piccolo rituale che prelude a nuove avventure tanto attese. Tuttavia, sono molte le domande che possono sorgere in questa fase: posso portare il mio deodorante spray in aereo? Quanti millilitri di prodotto sono ammessi in cabina?

Quando si viaggia in aereo, infatti, vestiti ed effetti personali vanno suddivisi tra il bagaglio a mano e – se si è deciso di includerlo in fase di prenotazione – il bagaglio da stiva: l’operazione può non essere però così semplice come sembra, perché sono molte le restrizioni introdotte nel corso degli anni dalle compagnie aeree, regolamentate dall’ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile), a cui tutti i passeggeri devono sottostare.

Al check-in e al momento dell’imbarco, trolley, borse e valige vengono meticolosamente controllate, per verificare che non contengano oggetti proibiti o sostanze non ammesse, in stiva e soprattutto in cabina. Per evitare contrattempi poco piacevoli, è bene informarsi con largo anticipo su cosa si può inserire o meno nelle diverse tipologie di bagaglio.

Quando si tratta di preparare il beauty case poi, le domande sono sempre moltissime. Quanto possono essere grandi le confezioni dei cosmetici? Vediamo insieme tutte le regole per trasportare liquidi e prodotti beauty in aereo.

Portare il deodorante spray in aereo: le regole per il bagaglio a mano

Tutte le compagnie aeree si preoccupano di creare sui loro siti web delle sezioni dedicate proprio alla corretta gestione dei bagagli a mano e delle valigie da stiva, fornendo indicazioni precise su quali siano gli oggetti, i materiali e sostanze ammesse e quali invece devono restare a terra. Le normative sono in linea di massima le stesse per tutte le compagnie, ma un’approfondita lettura delle informative specifiche della società con cui si è scelto di viaggiare evitare certamente brutte sorprese.

Ovviamente, allo scopo di rendere quanto più confortevole possibile il viaggio è concesso ai passeggeri di portare con sé in cabina tutto il nécessaire per il tempo in volo: nel bagaglio a mano però potrebbe doverci stare anche tutto l’indispensabile per l’intera vacanza, se si è scelto di fare a meno del bagaglio da stiva.

A bordo sono quindi consentiti gli apparecchi elettronici come smartphone, tablet e macchine fotografiche, ma anche libri, portadocumenti, medicinali liquidi/solidi necessari per scopi medici e tutto l’occorrente per gestire i bambini più piccoli in volo. Concessi sono anche i cosmetici, intendendo sia il set per il make-up che i prodotti beauty di uso quotidiano.

Com’è noto, ci sono però anche oggetti proibiti e qualche restrizione da considerare con attenzione. Alcuni oggetti sono intuitivamente non ammessi in cabina, come sostanze chimiche pericolose, pistole, lame, coltelli o altre armi, strumenti che potenzialmente potrebbero causare lesioni, esplosivi, agenti corrosivi e via dicendo. Ma a subire particolari restrizioni sono anche tutte le sostanze liquide che oltrepassano i punti di controllo aeroportuali.

Tutti i liquidi, infatti, per essere ammessi nel bagaglio a mano devono essere contenuti in recipienti della capacità massima di 100 ml o equivalente e devono essere imbarcati all’interno di una busta trasparente (una borsa, un sacchetto o simili contenitori), che sia richiudibile e che abbia una capacità massima di un litro. Tale piccolo beauty case dedicato ai liquidi deve essere separabile con facilità dal bagaglio a mano, in modo da favorire i controlli degli addetti, una volta in aeroporto.

Sono naturalmente incluse nel concetto di “sostanze liquide” anche tutti quei cosmetici quali creme, lozioni, oli, dentifrici, mascara, profumi, gel per la rasatura, schiume e prodotti beauty contenuti in recipienti sotto pressione, come i prodotti spray: lacche e deodoranti sono ovviamente parte di questa categoria. La regola in ogni caso dev’essere estesa anche ai deodorante stick in aereo, ai roll on, ai deo-vapo e ad ogni altro formato liquido.

Si può quindi portare il deodorante spray in aereo, nel bagaglio a mano, ammesso che questo abbia una capacità inferiore ai 100 ml e sia chiuso in una busta trasparente insieme agli altri liquidi. Un’ottima idea è quella di dotarsi di comodi e pratici kit beauty da viaggio, pensati appositamente per chi ama viaggiare o è costretto a farlo spesso, ad esempio per motivi di lavoro.

Esclusi da questa normativa sono solamente i prodotti acquistati ai duty free situati oltre i punti di controllo dell’aeroporto: essi non subiscono infatti alcuna restrizione in merito a formati e quantità.

Deodorante spray in aereo: ci sono restrizioni per il bagaglio in stiva?

I bagagli da stiva hanno meno limitazioni rispetto ai bagagli a mano, ma attenzione: non si può comunque trasportare qualsiasi cosa in aereo, nemmeno nei bagagli non destinati all’imbarco in cabina.

In stiva non vale ad esempio il limite del 100 ml ed è questo, infatti, il posto giusto dove riporre tutti i cosmetici di dimensioni superiori e più ingombranti, che non passerebbero i controlli di sicurezza dei bagagli a mano. I deodoranti, stick, vapo, spray o roll-on potranno quindi tranquillamente viaggiare in stiva e ritirati una volta arrivati a destinazione.

È sempre bene comunque ricordarsi di controllare anche le regole relative ai bagagli da stiva, stilate dall’ENAC e dalle compagnie aeree, e di fare un check delle etichette di ogni singolo prodotto: sostanze esplosive, liquidi e gas infiammabili o irritanti, sostanze corrosive, ossidanti, tossiche e simili oggetti sono infatti proibiti anche in stiva.

Meglio quindi effettuare qualche controllo in più a casa, controllando bene il sito web della compagnia aerea o mettendosi in contatto con il customer care dedicato, piuttosto che avere problemi all’imbarco e rischiare di perdere il volo!